50 EROI

Giovedì 17 Marzo 2011 09:55 Gianluca Natalini
Stampa

50 EROI

Ieri uomini,
oggi cinquanta eroi.

Le urla dei loro figli,
la sofferenza delle loro famiglie,
il silenzio,
il dolore dei loro corpi,
la consapevolezza della fine.

Corrono senza tregua,
sei candele da spegnere...
Soffiano sulle fiamme
con tutta l'aria che hanno nei polmoni,
sulla nube
per allontanarla dai loro cari.
In essi l'energia del cuore,
la fierezza di un popolo,
il volo di 13.000 angeli
che li tengono per mano...

Hanno una missione da compiere,
senza chiedere nulla in cambio,
senza voltare le spalle al destino,
salvare il mondo da una apocalisse nucleare.

La vita,
il coraggio,
i valori,
le scelte,
la paura,
la certezza che un errore potrebbe essere fatale...

Combattono per salvare il futuro.

Sono uomini,
eroi,
l'orgoglio dell'umanità...

Grazie.

Gianluca Natalini

 

In onore dei 50 tecnici giapponesi attualmente a lavoro nella centrale nucleare di Fukushima.

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Marzo 2011 10:04